Primavera sconfitta dall'Inter di Madonna

di Valentina Spezzani
articolo letto 192 volte
Foto

SASSUOLO-INTER 1-2

Reti: 35' Salcedo (I), 45' rig. Merola (I), 79' Raspadori (S).

Sassuolo (4-3-3): Turati; Fiorini (85' Joseph), Pilati, Ferraresi, Merli; Viero (28' Romeo, 68' Masangu), Ghion, Giordano (85' Mattioli); Manzari (46' Aurelio), Raspadori, Pellegrini.

A disp.: Montanari, Mastrippolito, Bellucci, Agnelli, Marginean, Ahmetaj.

All.: Stefano Morrone.

Inter (4-2-3-1): Dekic; Grassini, Nolan, Ntube, Zappa; Roric, Pompetti; Gavioli (91' Corrado), Schirò (72' Persyn), Salcedo (72' Adorante); Merola (62' Esposito).

A disp.: Pozzer, Van Den Eyden. Rozzi, Burgio, Attys, Demirovic, Mulattieri.

All.: Armando Madonna.

Arbitro: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.

Assistenti: Lamonia di Agrigento e Grasso di Acireale.

Note: ammoniti 44' Ghion (S), 54' Ferraresi (S). 90' Masangu (S). Angoli 5-8. Pt 3' di recupero, St 3' di recupero.

Al Sassuolo non basta la reazione nel finale, l'Inter si impone al Ferrarini per 2-1 complicando non poco la classifica dei neroverdi. Nella prima mezzora la gara è equilibrata, le due formazioni hanno un'occasione a testa. Al 6' Raspadori calcia dal limite, la palla viene deviata e finisce di poco sopra l'incrocio dei pali. Al 20' rispondono i nerazzurri: lancio lungo di Pompetti in area per Merola, che di testa non trova la porta. A sbloccare il risultato è l'Inter al 35' su calcio d'angolo: Pompetti calcia dalla bandierina di destra sul primo palo dove sbuca Salcedo che, con un leggero tocco, manda fuori tempo Turati, la palla è in rete. Al 44' Ghion ferma fallosamente Schirò pronto al tiro, è calcio di rigore, Merola dal dischetto sigla il 2-0. Nella ripresa Morrone si gioca la carta Aurelio, in campo al posto di Manzari, ma è la squadra ospite ad attaccare e a sfiorare il terzo gol due volte nei primi minuti con Schirò. Il Sassuolo prova a reagire, al 61' Raspadori ci prova dal limite ma una deviazione manda la sfera in corner. Al 79' i neroverdi riaprono il match: cross da destra di Fiorini, palla a Raspadori che di spalle alla porta riesce a beffare Dekic con un meraviglioso pallonetto. L'Inter però si compatta e per la squadra di casa non c'è nulla da fare. Sabato prossimo la trasferta sul campo della Sampdoria.

**riproduzione riservata


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy