SEZIONI NOTIZIE

De Zerbi: "Berardi leader, migliore in campo"

di Valentina Spezzani
Vedi letture
Foto

Queste le parole di De Zerbi nel post partita: “La cosa che mi balza più all'occhio è l'aver tenuto senza palla una pressione costante altissima in maniera intelligente, per me il migliore in campo è stato Berardi, che non ha fatto gol ma è stato leader, trascinatore. La Spal ha iniziato meglio di noi, non creandoci grandi pericoli, ma erano più in palla di noi, perchè loro si portavano la vittoria e noi la sconfitta, poi gli episodi indirizzano la partita”.

Sui gol: “Sono soddisfatto del primo gol perchè la palla è uscita pulita dalla stessa posizione in cui con la Sampdoria avevamo subito l'azione del rigore. E poi mi rende orgoglioso la reazione a una settimana pesantissima, non ci aspettavamo di andar sotto di 4 gol in mezzora a Roma, non pensavamo di stravincere, ma di stare in partita di più sì, forse è stata la più brutta batosta da quando alleno io, la notte è dura prendere sonno dopo batoste del genere, e vedere una squadra che lavora e reagisce così dimostra che abbiamo anche dei valori umani”.

Obiang e Magnanelli insieme in campo: “Con Obiang mezzala acquistiamo più aggressività, e forse Magnanelli adesso è più piluto nel fare uscire la palla, per caratteristiche e conoscenza del gioco, per cui sono anche complementari, in mezzo al campo abbiamo tante possibilità, se i miei giocatori accetteranno le scelte, e non ho dubbi che lo faranno, ci toglieremo delle soddisfazioni. Anche lasciare fuori Boga è una bestemmia, così come Muldur vale Toljan, al posto di Marlon ha giocato Chiriches, la squadra è forte”.

Sul non aver subito gol: “Deve venirci in testa la voglia di non prendere gol, pari a quella di farlo. Non è vero che non curiamo la fase difensiva, ma ci devono essere sacrificio e voglia di non prendere gol, poi ci vuole anche l'organizzazione, ma i primi due elementi sono imprescindibili. I difensori devono essere i primi a fare uscire palla pulita da dietro, per far esprimere i nostri attaccanti in maniera consona alle loro qualità”.

Di Francesco punto di riferimento? “Di Francesco lo stimo molto, lui ha già fatto tanto come allenatore, io sono appena partito. Ha la mia stessa matrice, vuole far gioco, attaccare, è un punto di riferimento importante per me. Ci lega essere passati entrambi da Sassuolo e poi ho allenato suo figlio e sono molto legato a lui, mi è dispiaciuto molto farlo partire”.


Altre notizie
Lunedì 21 Ottobre 2019
16:48 Giovanili neroverdi Primavera: con l'Empoli finisce 3-3
Domenica 20 Ottobre 2019
15:30 Primo Piano De Zerbi: "Dobbiamo metterci sempre la cattiveria con cui abbiamo cercato il 4-4" 14:36 Primo Piano Le pagelle 12:00 Primo Piano LIVE: Sassuolo-Inter (3-4) Lautaro, Berardi, Lukaku, Lukaku, Lautaro, Djuricic, Boga
Sabato 19 Ottobre 2019
18:12 Breaking News Il bollettino medico degli infortunati 18:10 Breaking News I convocati: emergenza in difesa 10:55 Primo Piano LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Inter
Giovedì 17 Ottobre 2019
18:00 Breaking News Sassuolo-Inter: arbitra Giacomelli 14:35 Primo Piano Consigli: "Domenica avremo una motivazione in più per fare bene"
Giovedì 3 Ottobre 2019
18:14 Breaking News UFFICIALE: ecco la data di Brescia-Sassuolo 18:03 Primo Piano Commozione all'incontro di preghiera per il Patron 14:02 Primo Piano Alle 17 momento di preghiera in duomo per il Patron
Mercoledì 2 Ottobre 2019
22:06 Primo Piano Il Sassuolo perde la sua anima, è deceduto il Patron Squinzi
Domenica 29 Settembre 2019
00:39 Primo Piano De Zerbi: "Ci sciogliamo alla prima difficoltà"
Sabato 28 Settembre 2019
22:46 Primo Piano Le pagelle 20:30 Primo Piano LIVE: Sassuolo-Atalanta (1-4) Gomez, Gosens, Gomez, Zapata, Defrel 18:52 Giovanili neroverdi Primavera ancora a zero: al Ricci vince l'Atalanta
Venerdì 27 Settembre 2019
19:47 Breaking News I convocati per la sfida con l'Atalanta 13:50 Primo Piano LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Atalanta
Giovedì 26 Settembre 2019
16:57 Breaking News Campagna abbonamenti: c'è tempo fino al 28 settembre