SEZIONI NOTIZIE

LIVE: De Zerbi pre Torino-Sassuolo

di Valentina Spezzani
Vedi letture
Foto

Il campionato del Sassuolo riparte della trasferta di Torino. A breve le parole di De Zerbi alla vigilia del match. Stay tuned!

"E' un Sassuolo che parte da una buona base dell'anno scorso, abbiamo nuovi giocatori che giocheranno già da subito, un po' per scelta e un po' per gli infortuni di Magnanelli e Duncan. Voglio entusiasmo e umiltà, sapendo che non possiamo competere alla pari con tutti, ma abbiamo giocatori di qualità e la voglia di andare un po' oltre quello che dice la carta. Fare gol è responsabilità di tutti, così come non prenderli. Con lo Spezia a fine primo tempo dovevamo essere 3-0, non abbiamo subito un tiro in porta e abbiamo sprecato, se ci viene un po' di cattiveria e cinismo, le partite le chiudiamo. Lo stesso vale per i gol subiti, l'anno scorso ne abbiamo subiti qualcuno di troppo, quest'anno ci abbiamo lavorato più dell'anno scorso, voglio che diventiamo più solidi e aggressivi anche quando non abbiamo la palla".

Sul centrocampo: "Ci sono tanti giocatori di qualità, spero sia l'anno di consacrazione di Locatelli, punto molto su di lui, è maturato tanto, gli manca l'ultimo step per diventare un giocatore da top club. Poi magari non giocherà sempre ma mi aspetto tanto. Così come mi aspetto tanto da Rogerio, da Caputo che ha già dimostrato tanto, ha un allenatore che stravede per lui, può giocare in un attacco a tre o seconda punta".

Su Raspadori: "Raspadori starà con noi tutto l'anno, per lui stravedo, bisogna capire come finirà il mercato, chi arriverà, per capire dove può stare in attacco, io lo vedo può centravanti, più vicino alla porta, è un giocatore completo, intelligente, è un Magnanelli diciannovenne".

Sulla partita di domani: "Ho le idee chiare, mi aspetto una partita di personalità e coraggio, dobbiamo fare quello che è nelle nostre qualità, rispettando l'avversario, che ha già minuti nelle gambe e ha tutto per puntare alla Champions League, giovedì ha fatto una grande partita, ha avuto più possesso e più tiri in porta dell'avversario, non sarei sorpreso se ribaltasse il risultato al ritorno. Ha giocatori forti ed è un avversario da rispettare".

Sul mercato: "Ne parleremo il 3 settembre. Sappiamo che c'è da fare ancora molto se, come è volontà di tutti, si vuole fare un salto in avanti, sapendo che abbiamo perso Sensi, Demiral, Lirola, Boateng. Io sono innamorato di questa squadra, abbiamo avuto partenze e arrivi pesanti. Obiang a noi sposta tanto, colmerà il gap di fisicità, per ora è l'alternativa a Magnanelli, ma magari giocheranno insieme o potrebbe fare la mezzala come ha già fatto, Caputo si addice al 100% a noi, Traorè è un talento purissimo, ma abbiamo bisogno di fare ancora qualcosa. Poi se non arriverà nessuno, ci metteremo l'elmetto e ci rimboccheremo le maniche. Mi dà fastidio non avere ancora la squadra al completo soprattutto nei ruoli di comando del gioco, come il difensore centrale, ma arriveremo".

Su domani: "Sarà difesa a 4 perchè quella a 3 non l'abbiamo ancora provata e non è fattibile ad oggi".

Sul lavoro settimanale: "Le settimane variano di volta in volta, non sono uno schematico, un ripetitivo, a volte faccio più sedute video, a volte meno, dipende, il calcio non è mai la stessa cosa, mi piace variare. Il mio staff lavora e vive con me in simbiosi, io solo la punta dell'iceberg, coordino, prendo la decisione finale, ma ad esempio sui cambi Possanzini spesso decide, per cui se dovete criticare i cambi, spesso dovete prendervela con lui. I preparatori atletici spesso sono i primi a capire i cambi umore dei giocatori. Quest'anno ci stiamo concentrando sulla fase di non possesso, Cavalli mi dice un po' come abbiamo diviso il lavoro, settimanale e nel lungo periodo. Ognuno nel calcio segue la strada in cui crede, sapendo che tutte hanno vantaggi e svantaggi. Io faccio quello in cui credo, il giudizio degli altri lo ascolto, magari cambio qualcosa, ma non stravolgo niente. I giocatori devono fare propria quella che è la mia idea, così come il mio staff, se hanno idee differenti, li ascolto, se poi mi convincono a fare diversamente, allora si fa, se non mi convincono, si fa quello che dico io".

Su Mazzarri: "E' preparatissimo, bravo, intelligente, allena da tanto. Io alleno da meno anni, la volontà mia è raggiungere il livello di quegli allenatori lì".

Sul pubblico: "Incide, ma non è detto che chi ha meno pubblico debba fare da vittima sacrificale, anzi, giocare in uno stadio con tifo avversario agguerrito, è uno stimolo. Spero che il gruppo di tifosi che sono venuti a Vipiteno cresca e trascini altri, tutto quello che potremo fare per far crescere questo gruppo lo faremo, andare a salutarli prima e dopo le partite eccetera, il Sassuolo ha fatto una scalata veloce e ci vuole tempo per creare un seguito e crescere".

Sui rigoristi: "Il primo e Berardi, il secondo è Caputo, quindi Berardi non va via".

** riproduzione riservata


Altre notizie
Lunedì 21 Ottobre 2019
16:48 Giovanili neroverdi Primavera: con l'Empoli finisce 3-3
Domenica 20 Ottobre 2019
15:30 Primo Piano De Zerbi: "Dobbiamo metterci sempre la cattiveria con cui abbiamo cercato il 4-4" 14:36 Primo Piano Le pagelle 12:00 Primo Piano LIVE: Sassuolo-Inter (3-4) Lautaro, Berardi, Lukaku, Lukaku, Lautaro, Djuricic, Boga
Sabato 19 Ottobre 2019
18:12 Breaking News Il bollettino medico degli infortunati 18:10 Breaking News I convocati: emergenza in difesa 10:55 Primo Piano LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Inter
Giovedì 17 Ottobre 2019
18:00 Breaking News Sassuolo-Inter: arbitra Giacomelli 14:35 Primo Piano Consigli: "Domenica avremo una motivazione in più per fare bene"
Giovedì 3 Ottobre 2019
18:14 Breaking News UFFICIALE: ecco la data di Brescia-Sassuolo 18:03 Primo Piano Commozione all'incontro di preghiera per il Patron 14:02 Primo Piano Alle 17 momento di preghiera in duomo per il Patron
Mercoledì 2 Ottobre 2019
22:06 Primo Piano Il Sassuolo perde la sua anima, è deceduto il Patron Squinzi
Domenica 29 Settembre 2019
00:39 Primo Piano De Zerbi: "Ci sciogliamo alla prima difficoltà"
Sabato 28 Settembre 2019
22:46 Primo Piano Le pagelle 20:30 Primo Piano LIVE: Sassuolo-Atalanta (1-4) Gomez, Gosens, Gomez, Zapata, Defrel 18:52 Giovanili neroverdi Primavera ancora a zero: al Ricci vince l'Atalanta
Venerdì 27 Settembre 2019
19:47 Breaking News I convocati per la sfida con l'Atalanta 13:50 Primo Piano LIVE: De Zerbi pre Sassuolo-Atalanta
Giovedì 26 Settembre 2019
16:57 Breaking News Campagna abbonamenti: c'è tempo fino al 28 settembre